DRY TOOLING

Il "dry tooling" è un nuovo sport, nato dall’unione dell’Ice-climbing (arrampicata su ghiaccio) con l’arrampicata e si effettua su pareti parzialmente ghiacciate (ghiaccio e roccia), che vengono salite usando piccozze e ramponi.
Questa nuova disciplina si sta diffondendo rapidamente, infatti ultimamente sono tantissime le manifestazioni e competizioni di dry tooling che vengono organizzate, dove gli atleti non arrampicano più in montagna, ma bensì su pannelli e prese artificiali, che esaltano il lato sportivo portando le difficoltà a livelli massimali.
Il dry tooling viene praticato secondo due specialità, la prima chiamata "power dry" che si effettua su brevi itinerari molto difficili ed esplosivi dove le eventuali cadute sono protette con materassi o con la corda dall'alto, come nel buolder. La seconda specialità, chiamata "dry lead", prevede una progressione da primo su pareti di sviluppo elevato come in arrampicata.


La ROCKMADNESS attenta alle innovazioni sportive è la prima, e per ora l'unica, società sportiva presente in Sardegna ad introdurre nella propria palestra questa disciplina nelle  sue due specialità.